Durante la trasmissione TV “Uno Mattina”, andata in onda su Rai1 il 27 febbraio 2019, il Governatore leghista del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, ospite insieme al Senatore Pietro Grasso, ha smentito il Ministro dell’Interno Matteo Salvini, dichiarando che la legittima difesa non c’entra nulla con il caso Peveri.

Il riferimento è al caso dell’imprenditore Angelo Peveri, condannato a 4 anni e 6 mesi per tentato omicidio per aver raggiunto nel cantiere (distante da casa), malmenato, costretto a inginocchiarsi e poi sparato ad uno dei ladri. Il Ministro Salvini lo ha preso come caso simbolo della riforma della legittima difesa. Gli ha portato il suo sostegno in carcere, annunciando addirittura di chiedere la grazia del Presidente della Repubblica. Ma in quella vicenda la legittima difesa non c’entra nulla, e non c’entrerebbe nemmeno con la nuova legge, come ha dichiarato il Presidente Fedriga.

Il Senatore Grasso ha sottolineato che quella di Salvini sulla legittima difesa continua a essere solo becera propaganda. Il Ministro, ha dichiarato il Senatore Grasso, strumentalizza ogni fatto di cronaca per convincere gli italiani ad armarsi.

VIDEO – Legittima difesa: Fedriga (Lega) sentisce Salvini