Condividi

    Il  presidente del Senato, Pietro Grasso, aprirà lunedì 1° dicembre la 52ma riunione  plenaria  della  COSAC,  Conferenza  degli  organi  parlamentari specializzati  negli affari dell’Unione dei Parlamenti dell’Unione europea. La riunione si terrà nell’Aula del Senato, a partire dalle ore 9. La   Conferenza  è  l’unica  sede  di  cooperazione  interparlamentare espressamente   prevista  dai  Trattati  Ue  ed è dotata di un proprio Regolamento interno;  il  suo  compito  è  quello di garantire un regolare scambio  di  informazioni,  buone prassi e opinioni sulle materie attinenti all’Unione europea tra le Commissioni per gli Affari europei dei Parlamenti nazionali e il Parlamento europeo. Si tratta del settimo incontro che si svolge a Roma – il quarto ospitato in Senato   -  nell’ambito  della  dimensione  parlamentare  del  semestre  di presidenza italiana del Consiglio dell’Unione europea. Lunedì  mattina,  dopo  l’indirizzo  di  saluto  del presidente del Senato, prenderanno  la  parola  i  presidenti  delle  Commissioni Politiche Ue del Senato,  Vannino  Chiti,  e  della Camera, Michele Bordo. Subito dopo, sono previsti  gli interventi del sottosegretario con delega agli affari europei Sandro  Gozi  e di Frans Timmermans, primo vicepresidente della Commissione europea.  Nel  pomeriggio,  a partire dalle ore 15, avrà luogo un dibattito sul  tema “La revisione della Strategia Europa 2020: crescita, occupazione, competitività”,  nel  corso  del quale è previsto l’intervento del ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan. Martedì mattina, a partire dalle ore 9,30, si parlerà del ruolo dell’Unione europea  nello  scenario  globale e del controllo democratico sulle Agenzie europee.  Sono previsti gli interventi, tra gli altri, del senatore Claudio Martini e del sottosegretario Gozi. La   Conferenza  si  concluderà  con  l’adozione  delle  Conclusioni  e del Contributo  della  LII  COSAC. Il Contributo sarà pubblicato nella Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea. I lavori saranno trasmessi in diretta dal canale satellitare, dalla webtv e dal   canale   YouTube   del  Senato.  Il  programma  dettagliato  e  altre informazioni sono disponibili nel sito ue2014.parlamento.it

    Condividi