Condividi

    Nel mio primo giorno al Senato ho depositato un Disegno di Legge contro la corruzione, il voto di scambio, il falso in bilancio e l’autoriciclaggio. Il Paese non può attendere oltre: la corruzione ha un costo economico e sociale altissimo, altera il mercato, deprime gli investimenti e lascia ampi spazi di manovra alla criminalità, soprattutto in un periodo di crisi profonda come quello che stiamo attraversando.

    La proposta presentata oggi ha al suo interno anche la riforma dell’articolo sul voto di scambio politico-mafioso così come richiesto da Libera e dal Gruppo Abele con la campagna Riparte il futuro, che ha raccolto l’adesione di 276 parlamentari e più di 161 mila cittadini. Invito quindi tutti i miei colleghi con il braccialetto bianco a firmare con me il Disegno di Legge e tutti i cittadini che vorranno approfondire la proposta a lasciare i loro commenti e osservazioni sul sito www.piattaformaperlagiustizia.it, che sarà attivo già da domani.

    Appena entrato in Senato ho visto che sul soffitto sono affrescate quattro parole: giustizia, diritto, fortezza e concordia. Hanno ispirato da sempre la mia vita e il mio lavoro, spero varrà lo stesso per i miei colleghi, di tutti gli schieramenti. Il Paese ha bisogno di risposte rapide.

    Condividi