Condividi

    Presidente Riggio, gentili Ospiti,

    sono trascorsi otto anni da quando il Senato ha ospitato per la prima volta la presentazione dell’annuale Rapporto dell’Enac, Autorità per l’Aviazione Civile Italiana. Questo appuntamento è ormai diventato una gradita consuetudine.

    Sono stati anni difficili, caratterizzati da una crisi economica mondiale che non poteva non riflettersi anche sul settore dei trasporti in generale e sul traffico aereo in particolare, generandone una significativa contrazione. Alle difficoltà dell’economia globale si erano andati ad aggiungere gli effetti della liberalizzazione dei mercati, la quale, a fronte di un considerevole aumento delle possibilità di spostamento dei cittadini, aveva creato difficoltà crescenti, organizzative e di business, ai vettori nazionali. Ma questo periodo di difficoltà sembra avviarsi alla conclusione e i risultati della relazione per il 2014, che fra poco saranno illustrati dal Presidente Vito Riggio, fanno emergere degli spiragli di ripresa. Questo anche grazie al lavoro dell’ENAC, alla sua attività di controllo e vigilanza per garantire la sicurezza dei voli e la qualità dei servizi aerei e aeroportuali. Un efficiente e sicuro sviluppo del traffico aereo insieme alla crescita delle potenzialità degli scali nazionali, in un’economia globalizzata e dominata dall’e-commerce, è fondamentale per la crescita economica e sociale del Paese ed è garanzia e presupposto della libertà di circolazione delle persone e delle cose prevista dall’articolo 16 della nostra Carta costituzionale. Eventi recenti come la sciagura del volo Germanwings o come l’incendio all’aeroporto di Fiumicino, oltre al dolore, alla drammaticità dei fatti e all’effetto sulla sensazione di sicurezza nei cittadini, sono ulteriori ostacoli che si frappongono alla ripresa, ma siamo certi che l’Enac saprà, come sempre, affrontare anche queste criticità e formulare le proposte più idonee a superarle e a far sì che non si ripetano in futuro, nell’interesse dei passeggeri e soprattutto nel rispetto delle norme a tutela della salute loro e di quella dei lavoratori.

    Ringrazio il Presidente Vito Riggio per avermi invitato a questo momento prezioso di riflessione sullo stato della nostra aviazione civile e do a lui la parola per la relazione.

    Grazie.

    Condividi