Condividi

    In occasione del  50°  anniversario  della sua morte voglio ricordare il grande statista che è stato Palmiro Togliatti. Il  suo  impegno  nella  lotta  antifascista,  il  lungo periodo di esilio all’estero, la capacità di elaborare proposte  politiche concrete in vista del perseguimento di obiettivi comuni testimoniano  la  sua  statura politica. Ebbe un ruolo di altissimo rilievo nei  lavori  della Costituente, favorendo il dialogo e la conciliazione tra laici  e  cattolici  e ispirando la stesura di alcuni fondamentali articoli della  nostra  Costituzione.  Grazie  ad  una lunga elaborazione politica e intellettuale,  condusse  il  PCI alla piena e convinta partecipazione alle istituzioni  rappresentative  abbandonando  ogni  ipotesi  rivoluzionaria e prefigurando  una  trasformazione  di lungo periodo della società verso una democrazia  progressiva,  attraverso  la  conquista  pacifica  del consenso elettorale. Ebbe  la  capacità  di  capire tempestivamente le trasformazioni sociali e politiche  globali, assumendo come obiettivo  prioritario  della  “coesistenza  pacifica”  la cooperazione tra Stati,  popoli  e  religioni  per  promuovere  il disarmo e la cooperazione politica  ed  economica  internazionale. Palmiro Togliatti è stato assoluto protagonista della sua epoca: dal suo percorso intellettuale, morale, umano e  politico  è  ancora  possibile  attingere importanti lezioni che possono ispirare ancora oggi le scelte istituzionali.

    Condividi