Il Presidente del Senato, Pietro Grasso, ha ricevuto oggi l’Ambasciatore Giampaolo Cantini, incaricato di rappresentare la Repubblica Italiana in Egitto. Le indagini sulla tragica morte di Giulio Regeni, la cooperazione tra i magistrati dei due Paesi e le ultime preoccupanti notizie riguardanti l’avvocato che assiste la famiglia Regeni in Egitto, sono gli argomenti affrontati nel colloquio che si è svolto a Palazzo Madama. “La richiesta di fare piena luce sui fatti che hanno portato alla morte del ricercatore italiano – ha dichiarato il Presidente Grasso al termine dell’incontro – non arriva solo dai suoi familiari, dai colleghi e dagli amici. E’ una esigenza profondamente avvertita nel nostro Paese, tra i cittadini e nelle Istituzioni, che ho condiviso incontrando i genitori di Giulio il 16 marzo dello scorso anno e che ho ribadito oggi all’Ambasciatore Cantini, nella piena consapevolezza della delicatezza del compito che gli è stato assegnato”.