Condividi

    Dal 7 al 9 luglio il Presidente del Senato, Pietro Grasso, sarà nell’isola di Lampedusa  per un intenso programma di incontri e iniziative.  Il primo impegno è nel pomeriggio di giovedì 7, con la visita alla Porta d’Europa insieme al Sindaco Giusi Nicolini, al Prefetto Nicola Diomede e alle autorità civili militari e religiose, e la deposizione di una corona in ricordo dei migranti scomparsi in mare. La mattina di venerdì 8 luglio, alle ore 9, il Presidente Grasso si recherà in Comune, dove avrà un incontro con il Sindaco, il Prefetto e le altre autorità. Subito dopo è in programma la visita all’Hotspot e, a seguire, al Molo Favarolo, dove incontrerà i migranti ospiti, le forze dell’ordine, la Guardia Costiera, le organizzazioni internazionali, le associazioni di volontariato e il personale sanitario. Nel pomeriggio, alle 18.30 circa, il Presidente sarà al Museo della Fiducia. La sera, alle 20.45, il Presidente Grasso assisterà all’apertura della manifestazione “Lampedus’amore. Premio giornalistico internazionale Cristiana Matano”, in Piazza Castello. Il giorno seguente, sabato 9 luglio, è dedicato alle iniziative di “Lampedus’amore”. L’inizio è alle ore 10, nella sala conferenze dell’Aeroporto di Lampedusa, con il convegno “La Carta di Roma, comunicazione e migranti: l’esempio di Lampedusa, terra di bellezze e crocevia dei popoli”. Alle 19, al campo sportivo “La Salina”, il Presidente Grasso darà il calcio d’inizio alla partita “Lampedusa – Resto del mondo”, con la partecipazione di migranti ospiti del centro di accoglienza, attori, musicisti, giornalisti, calciatori professionisti. L’appuntamento è patrocinato dalla Lega Calcio di serie B e dal Coni nazionale. Infine, alle ore 22, di nuovo in Piazza Castello, avrà luogo la cerimonia di consegna dei premi “Cristiana Matano”, riservati ai giornalisti che  sono riusciti a raccontare – su carta stampata, tv, radio, agenzie o web – i valori della solidarietà e della convivenza civile.

     

    Condividi