Condividi

    Gentile Presidente Baldi, cari ragazzi, gentili ospiti,

    è con grande piacere che vi do il benvenuto nella Sala Koch del Senato, nella quale sono molto lieto di ospitare questa cerimonia in occasione del 70° anniversario della nascita dell’Associazione Italiana Alberghi della Gioventù (AIG) e della consegna del Premio intitolato ad “Aldo Pessina”, fondatore dell’Associazione il 19 dicembre 1945. Un giorno speciale che sarà ricordato anche dall’annullo filatelico appositamente realizzato per festeggiare insieme questo importante anniversario. La prima struttura ricettiva creata per i giovani fu realizzata in Germania nel 1909, dal maestro Richard Schirmann, che impiegò le aule delle scuole come camerate, inutilizzate durante le vacanze, con lo scopo di consentire anche agli studenti meno abbienti di muoversi al di fuori del proprio ambiente ed entrare in contatto con altri giovani e culture diverse dalla propria.

    Nonostante sia trascorso più di un secolo e gli Ostelli per la Gioventù si siano adattati man mano alle crescenti esigenze dei viaggiatori di tutte l’età, la filosofia è rimasta sempre la stessa: permettere ai giovani di culture diverse di incontrarsi e conoscersi, anche grazie alle caratteristiche specifiche di questo tipo di struttura ricettiva quali l’economicità e la presenza di molti spazi comuni per favorire la socializzazione. Permettetemi di ringraziare l’Associazione Italiana Alberghi per la Gioventù che dalla sua nascita nell’immediato dopoguerra ha profuso un impegno costante e indispensabile per i giovani italiani e di tutto il mondo, privilegiando la dimensione formativa dell’esperienza turistica, e per la realizzazione e la gestione degli Ostelli per la Gioventù nel nostro Paese, contribuendo a diffondere le tradizioni ed il patrimonio artistico e culturale italiano.

    Moltissimi i progetti realizzati e dell’Associazione, e nel corso del 2014 e del 2015 sono stati sottoscritti importanti Protocolli di Intesa tra l’Associazione ed enti pubblici e privati allo scopo di promuovere un turismo sostenibile e consapevole. Di grandissima rilevanza sociale, anche in considerazione dell’emergenza umanitaria in atto in Italia relativa all’ospitalità dei profughi provenienti da aree di guerra o di grave disagio sociale, è il progetto “Accoglienza Solidale”. L’iniziativa prevede, l’accoglienza di 500 giovani rifugiati negli Ostelli per la Gioventù di Palermo, Alghero, Genova, Bologna, Firenze, Napoli e Ancona, e promuove un nuovo modello di convivenza ed integrazione culturale. Il mio auspicio è che la vostre numerose e meritevoli attività possano essere da stimolo per le Istituzioni sulla necessità di incrementare e promuovere il turismo sociale e culturale rivolto ai giovani, desiderosi di conoscere il mondo e di immergersi in nuove culture da viaggiatori consapevoli.

    Grazie e buon lavoro.

    Condividi