Condividi

    La scuola è al tempo stesso madre e figlia della società. Per questo deve essere il punto di partenza della rinascita: la comunità formata da alunni e docenti è il motore del Paese e costruisce le basi per il nostro futuro.

    A me piace l’idea di una generazione con il cervello all’estero e il cuore in Italia, una generazione Erasmus che si senta pienamente cittadina d’Europa, che possa studiare e collaborare con studentesse e studenti di ogni nazione, in un contesto cosmopolita e stimolante, ma credo che sia giusto lavorare affinché possano rientrare e veder valorizzato il proprio talento, affinché restare all’estero possa essere una scelta e non una necessità, e ritornare in Italia un’ambizione e non un sacrificio.

    Oggi ho partecipato ad un convegno di insegnanti a Palermo soprattutto per dire loro, sinceramente, grazie: per l’impegno, la passione sempre e comunque, nonostante tutto.

    scuola

    Condividi